Come diventare nutrizionista: cosa bisogna studiare?

Ti piace il mondo del benessere e vorresti sapere come diventare nutrizionista? Si tratta di una figura professionale in forte crescita: non a caso, l’istituto di statistica americano “United States Bureau of Labor Statistics” ha previsto che questa professione nel 2020 avrà un tasso di occupazione in crescita di oltre il 20%.

Come diventare nutrizionista: cosa devi sapere

Se vuoi sapere come diventare nutrizionista, devi prima avere presente di cosa si occupa questo professionista. Il nutrizionista è un esperto che si occupa del rapporto tra alimentazione e stato di benessere psichico e fisico della persona.

I suoi compiti principali consistono, infatti, nel valutare i bisogni nutritivi del paziente e nell’elaborare apposite diete alimentari a seconda dello stato di salute del paziente. Il nutrizionista può prendere in cura sia persone sane che vogliano mantenere il peso forma ideale, sia persone che soffrono di particolari patologie, come allergie, intolleranze, disturbi alimentari, obesità e diabete.

Una volta terminato il proprio percorso di studi, il nutrizionista può lavorare come dipendente presso palestre, centri termali e fitness, aziende ospedaliere pubbliche e cliniche private. In alternativa, può svolgere la libera professione, aprendo un proprio studio assieme ad altri colleghi esperti in alimentazione.

Cosa studiare

In Italia ad oggi non esiste uno specifico corso di studi per diventare nutrizionista, perché questa professione non è ancora stata codificata. Per svolgere questa professione è comunque necessario conseguire una laurea in campo scientifico, e che possibilmente che includa degli esami in materia alimentare.

La legge italiana non disciplina una apposta figura unica di nutrizionista, ma riconosce la possibilità di operare nel campo dell’alimentazione umana a tre determinate figure: il biologo nutrizionista, il dietista ed il medico dietologo.

Il biologo nutrizionista

Per diventare biologo nutrizionista è anzitutto necessario conseguire una laurea in Biologia o in Scienza della nutrizione, ed iscriversi all’Ordine nazionale dei Biologi.

Il biologo nutrizionista può elaborare in autonomia le diete sia per persone sane che per chi soffre di qualche patologia, sulla base della prescrizione del medico.

Il dietista

Per diventare dietista è necessario conseguire una laurea triennale in Dietistica, e superare un apposito esame di stato, a seguito del quale si può iniziare subito a lavorare, essendo tale esame immediatamente abilitante alla professione di dietista.

Il dietista elabora, formula ed attua le diete sia per persone sane che malate e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente, sulla base sempre delle prescrizioni del medico.

Per diventare medico dietologo è necessario anzitutto conseguire una Laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e superare l’esame di abilitazione alla professione.

A differenza del biologo nutrizionista e del dietologo, il medico dietologo è competente quanto alla diagnosi del paziente e delle sue condizioni psico-fisiche. Egli, infatti, è l’unica tra le tre figure professionali citate a poter visitare il paziente (ad esempio misurando la grandezza delle ossa, la massa grassa, la massa magra, ecc.) e a poter prescrivere di effettuare appositi esami.

Il medico nutrizionista, una volta effettuata la diagnosi dello stato del paziente, può anche prescrivere una apposita terapie farmacologica da abbinare alla dieta personalizzata.

Il medico dietologo può lavorare come libero professionista in uno studio privato, anche assieme ad altri colleghi dietologi, oppure in ospedali pubblici e cliniche private.

Sara