Come diventare personal trainer: dalla teoria alla pratica

Vorresti sapere come diventare personal trainer? Per prima cosa devi tenere presente che, per svolgere questo lavoro, non basta la passione, ma è necessario anche studiare e formarsi, sia dal punto di vista teorico che pratico.

Come diventare personal trainer: cosa devi sapere

Se vuoi sapere come fare il personal trainer, è necessario anzitutto capire di che lavoro si tratta. Il personal trainer, o allenatore personale, è un professionista che si occupa del benessere psichico e fisico dei suoi pazienti. Più nello specifico, questo professionista realizza allenamenti fisici specifici per far acquisire o mantenere la perfetta forma fisica delle persone, in base alle loro caratteristiche e bisogni.

Cosa studiare per essere un personal trainer

Trattandosi di una professione tutto sommato abbastanza recente, al momento non esiste alcuna legge che ne codifichi in maniera puntuale e specifica il percorso da seguire.

Ad ogni modo, anche se non necessaria, viste le numerose conoscenze che questo professionista deve possedere, è sempre bene conseguire una laurea che fornisca conoscenze in vari settori, come antropologia, anatomia umana, traumatologia ed alimentazione.

Pertanto, è consigliabile conseguire una laurea triennale in Scienze delle attività motorie e sportive. Successivamente, potrai completare il percorso di studi conseguendo una laurea magistrale in Scienze e tecniche avanzate dello sport oppure in Scienze e tecniche delle attività motorie  preventive e adattate.

Nonostante appunto non sia necessario possedere una laurea per svolgere questa professione, ma sia possibile esercitarla anche con un diploma (meglio se conseguito presso l’I.S.E.F.), avere un titolo di studio superiore ti permetterà di diventare un professionista qualificato sia dal punto di vista teorico che pratico.

Corsi di formazione e master

In alternativa alla laurea o se vuoi ampliare le tue conoscenze e specializzarti il più possibile, puoi frequentare un apposito corso di formazione o un master di enti riconosciuti dal Coni. I più famosi sono quelli organizzati dalla Scuola Nazionale di Personal Trainer, dalla Federazione Italiana Fitness (FIF) e dall’Accademia Italiana Personal Trainer. Questi corsi rilasciano inoltre un nazionale di qualifica tecnica riconosciuto sia dal Coni che dal Ministero dell’Interno, che consente anche l’iscrizione al Registro Europeo dei Professionisti dell’esercizio fisico (EREPS).

I corsi di formazione e master possono essere seguiti sia in aula che online, e generalmente prevedono una parte teorica ed una pratica. Oltre ai corsi di fitness in generale, puoi seguire quelli relativi a specifiche discipline, come quelli di yoga e di aerobica.

Sbocchi professionali

Ora che hai capito come fare il personal trainer, sarai curioso di conoscere gli sbocchi lavorativi di chi sceglie di intraprendere questa professione.

Una volta divenuto allenatore professionista, potrai scegliere se lavorare in proprio come libero professionista o se lavorare come dipendente. In questo secondo caso, potrai svolgere la professione di istruttore di sala nelle palestre, nei centri sportivi, nelle associazioni sportive, nei centri wellness, in circoli sportivi o nei villaggi turistici.

Negli ultimi anni, inoltre, è andata sempre più sviluppandosi  l’attività di personal trainer a domicilio. Quest’ultimo è quell’allenatore professionista che aiuta le persone a casa propria nel caso in cui non abbiano tempo per andare in palestra oppure non possano farlo a causa di difficoltà motorie.

Sara